SPAZZA VIA TUTTO QUELLO CHE OFFENDE LA TUA ANIMA

    Lo scorso week end sono stata in uno dei posti piu’ alti nella zona in cui abito dove c’è la possibilità di vedere un panorama pazzesco sulla valle. Guardando le cose dall’alto sono riemersi ricordi riflessioni nati dalle esperienze che ho passato e che ho affrontato in questi ultimi anni.

    .

    Proprio quando prendi le distanze e solo quando ti allontani dalle cose quotidiane inizi a riflettere e distinguere cosa conta davvero.

    Proprio due anni fa durante il lockdown per un problema di vista sono stata inaspettatamente ricoverata.

    .

    In quel momento mentre i medici cercavano di capire cosa avessi, io ero completamente concentrata sui miei impegni che mi aspettavano quel giorno e i giorni a seguire.

    Ho ritenuto la mia permanenza in ospedale come un accanimento terapeutico esagerato. In un momento di pandemia e io volevo solo una prescrizione di un paio di occhiali per andare a casa e continuare con le riunioni e appuntamenti in programma.

    .

    Quando finalmente mi hanno spiegato che quei controlli erano dovuti a un sospetto un disturbo che poteva essere davvero grave, solo a quel punto ho capito, ho avuto una crisi di pianto e da quel giorno molte cose sono cambiate.

    .

    Sto pensando che forse siamo davvero troppo liberi, troppo liberi di fare e pensare qualsiasi cosa di diventare chi vogliamo, ma viviamo nell’ansia di riuscire; riuscire in cosa, non lo sappiamo nemmeno noi.

    .

    Sappiamo solo che se non ce la facciamo data la nostra immensa libertà la colpa sarà solo nostra, se ce la facciamo non sarà mai abbastanza perché ogni giorno abbiamo l’accesso alla vita altrui e il confronto è sotto i nostri occhi e sappiamo che potremo non reggere quel confronto, sempre, cosi’ ci facciamo prendere da una corsa a volere di piu’ a dimostrare di avere di piu’.

    .

    Questo non significa che dobbiamo rassegnarci, accontentarci, forse dobbiamo solo darci una calmata forse dobbiamo convincerci che riuscire può diventare anche solo godere di ciò che abbiamo, ma non perché ci stiamo limitando. Godere di ciò che abbiamo diventa riconoscere il valore di ciò che è e che siamo.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.